"The Christmas truce - La Tregua di Natale del 1914"

Coro Pipes of Peace (Giavera del Montello - TV)
Coro Voci del Bosco (Giavera del Montello - TV)
Coro Voce Alpina (Onigo - TV)


Il progetto

Il progetto "The Christmas Truce" è un'iniziativa del Museoemotivo della Grande Guerra di Giavera del Montello (TV) per promuovere la conoscenza della storia della tregua di Natale del 1914, un episodio della Prima Guerra Mondiale poco conosciuto in Italia ma diventato un mito nei paesi anglosassoni, anche grazie alle opere di musicisti, registi, scrittori che lo hanno raccontato.

Le vicende della tregua spontanea intercorsa tra soldati inglesi, tedeschi e francesi la notte di Natale del 1914 hanno preso forma in uno spettacolo musicale dove, assieme ai canti intonati dalle trincee in quella notte, sono reinterpretati brani dedicati alla Christmas Truce da musicisti come Paul Mac Cartney o i Farm e le colonne sonore dei film che l’hanno raccontata, legati dal racconto di una narratrice e accompagnati da proiezioni di fotografie, filmati d'epoca, videoclips, spezzoni di film.

Protagonisti dello spettacolo scritto e diretto dal direttore del Museoemotivo Pierluigi Sanzovo sono i giovani musicisti di VenetOrchestra, diretti dal M° Antonio Pessetto, i cori maschili Voci del Bosco e Voce Alpina diretti rispettivamente dal M° Gianluca Valle e dal M° Stefano Pellizzer e il coro Giovanile Pipes of Peace diretto da Marina De Ronchi.

Il tutto per rivivere la magia di una storia che a distanza di cento anni continua a toccare il cuore di chi la sente raccontare e che, a ben vedere, rappresenta una delle prime manifestazioni dello spirito di fratellanza tra i popoli che ha portato all' Europa di oggi.

La storia

Il giorno di Natale del 1914, pressochè ovunque lungo il fronte occidentale, in prossimità delle linee inglesi e in alcuni settori delle linee francesi e belghe, i soldati fraternizzarono. A dare il via alla tregua erano quasi sempre i tedeschi, con un messaggio o con un canto. Poi, spontaneamente, piccoli gruppi di uomini disarmati si incontrarono nella terra di nessuno per bere birra o brandy, per fumare, per regalarsi piccoli oggetti, bottoni, spille, mostrine. Si aprofittò della tregua per seppellire i morti, per scambiarsi indirizzi e confidenze. Di questo eccezionale momento rimangono anche alcune fotografie e, soprattutto, le testimonianze dirette nelle lettere che i soldati inviavano a casa. Fin dai primi giorni del 1915 i giornali inglesi pubblicarono decine di queste lettere, dalle quali sono noti diversi aspetti della tregua. Molte raccontano che la tregua iniziò con canti natalizi che i due schieramenti intonavano alternativamente. I tedeschi cantarono Stille Nacht, O tannembaum e Morgenstern, gli inglesi risposero con Will Ye Go to Flanders, Wassail e It's a long way to Tipperary.

Dati tecnici

È uno spettacolo inedito scritto da Pierluigi Sanzovo. I brani musicali eseguiti dai cori sono accompagnati da un gruppo strumentale che può variare numericamente in base alle esigenze degli organizzatori. E’ possibile anche coinvolgere per la parte strumentale nuove orchestre giovanili, scuole ad indirizzo musicale, licei musicali. Lo spettacolo ha una durata di 80 minuti ed è già stato rappresentato con successo 5 volte.

-

Contatti

Museo Emotivo della Grande Guerra
info@museoemotivo.org
cell. +39 333 8346633 (Pierluigi Sanzovo)

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.