21/06/2017

Carissime e Carissimi direttori, presidenti, coriste e coristi


     A nome del Consiglio Direttivo dell’ASAC-Veneto desidero ringraziarvi per la vostra

partecipazione al 41° Venezia in Coro. È stata, questa, un’edizione che si è proposta di ampliare

l’offerta musicale e valorizzare i cori come soggetti musicali offrendo loro tempi di vero e proprio

concerto. Abbiamo voluto mettere in atto occasioni diverse: Concerto Continuo nelle Chiese, Musei

e Campi. Abbiamo voluto anche cambiare il momento conclusivo facendolo diventare un vero open

singing che potesse coinvolgere i cori ma anche chi transitava nel passeggio pomeridiano. Nuovi

brani, che poi nuovi non sono, per il nostro trovarci insieme e condividere un momento di grande

gioia. È stato bello poi vedere alcuni cori che hanno continuato a cantare dopo otto ore di canto. Anche

la scelta di campo S. Geremia ci ha aiutato. Svincolandoci dalle restrizioni imposte dal prestigioso

salotto di S. Marco, ci ha potuto far respirare un clima più festoso, danzante e complice grazie

anche alla maestria della direzione del M.o Andrea D’Alpaos, che abbiamo la fortuna di avere nella

nostra Associazione e nella Commissione Artistica di Feniarco.

     E poi domenica, il giorno dedicato allo Jubilus. Nella cornice dorata di una della più belle

chiese del mondo, S. Marco, in centoventi, provenienti da una trentina di cori, avete animato la

messa del Corpus Domini. In dialogo con la Cappella Marciana, magistralmente diretta dal M.o

Marco Gemmani, che ha eseguito la Missa In illo tempore à 6 di Claudio Monteverdi, condotti

dall’abile mano del m.o Giorgio Mazzucato avete tracciato sotto le volte dorate suoni sublimi e

commoventi. L’emozione è stata davvero tanta. Un appuntamento, perciò, che non può rimanere

episodico ma deve diventare fisso per la nostra coralità che all’amatoriale sa dare esattamene

l’accezione che le appartiene: coralità che sa esprimere il canto con amore fuori dalle sacche di

interessi privati, una coralità gratuita dove la professionalità, non il professionismo, si fa

professione di bellezza.

     Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile queste giornate di Festa Corale. In primis il

coordinatore di Venezia in Coro, Rolando Basso che con Lucia Roncarati (ambedue consiglieri

della provincia di Venezia) hanno tessuto l’ordito del Festival. Poi la segreteria: Candy Cauilan e

Carla Vizzotto che sono state di raccordo con i cori. I ben venticinque volontari che hanno seguito i

cori nei loro spostamenti. Il Coro Marmolada che ci ha offerto la sua bellissima sede per la

segreteria operativa per la giornata di sabato e domenica. Ringrazio ancora i m.i Andrea D’Alpaos e

Giorgio Mazzucato che hanno guidato i due grandi momenti corali il sabato e la domenica.

… come capite, una rete di rapporti, e devo dire, entusiastici, che hanno reso visibile la coesione

della nostra associazione.


Grazie ancora a tutti.

Al prossimo anno.

Nicola Ardolino

Presidente ASAC-Veneto

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.